Interni in Italia Fotografie di Massimo Listri
Magnus · 2011
Interni in Italia

Cinquantacinque anni fa, era il 1957, Guido Piovene firmava Viaggio in Italia. Si tratta di uno straordinario reportage il Bel Paese agli albori del Miracolo economico. Un ritratto antropologico attraverso paesaggi, città, genti, tradizioni e innovazioni indagati con ispirata finezza psicologica e acuta penetrazione sociologica.
Indro Montanelli suggeriva di adottarlo come libro di testo per le scuole superiori. Questo volume, Interni italiani, riprende un po' lo spunto e l'intento di quel libro memorabile: mostra l'Italia di oggi da una angolazione però differente, meno scientifica seppure si possa definire così lo sguardo con il quale Piovene osservava le abitudini degli italiani di mezzo secolo fa e, per converso, più intima, più emozionale. Entrando cioè là dove lo scrittore vicentino si fermava: nelle case, nello spazio dell'abitare, negli interni che sono lo specchio di noi stessi, dei nostri sogni, desideri, necessità.
L'osservazione è geograficamente e sociologicamente meno capillare, il percorso si snoda non in sequenza senza stacchi, ma per punti discreti, per esempi emblematici, ventuno per la precisione, il medium non è la scrittura, ma la fotografia. E tuttavia la forza espressiva e documentale che scaturisce dalle immagini è in tutto pari a quella messa in campo dalla parola suggestiva e tersa di Piovene: eccezionale.
Merito di Massimo Listri, ormai riconosciuto maestro mondiale della fotografia d'interni, e dei suoi scatti che documentano e , insieme, emozionano, evidenziando con la luce le sfumature stilistiche dell'arredamento, sottolineando con il taglio e la profondità di campo la plasticità dei volumi., il fascino dei materiali, la ricercatezza dei particolari e degli accostamenti, l'efficacia espressiva dei reperti artistici, dalle sculture ai dipinti: insomma il senso profondo della composizione decorativa...